Iniziamo con il pensare ad una cosa:

“Come ti sentiresti se qualcuno, anche se fosse la persona a cui sei più legato/a, ti sollevasse per
portarti in una stanza, spogliarti e lavarti quando decidi lei/lui, togliendoti dal calore delle braccia o
interrompendo quello che stai facendo?”.

Ecco, potresti aver trovato la risposta perché il/la bambino/a si dispera durante il cambio
pannolino e insieme ad essa alcune cause potrebbero essere:

  • Temperatura fredda della stanza, acqua, mani, vestitini puliti
  • Interrompere quello che sta facendo (qua parliamo dei bimbi un po’ più grandicelli)
  • Movimenti bruschi/improvvisi (anche se ci sembra di essere stati delicati)
  • Fastidio per crema, etichette, vestiti, sensazione di umido sulla pelle, unghie lunghe, etc
  • Noia: non sa cosa fare mentre viene cambiato/a (soprattutto per i bimbi più grandicelli)

Cosa posso fare?

  • Avere tutto a portata di mano: pannolini, salviette, mussola, creme, vestitini puliti
  • Riscaldare un po’ l’ambiente e le mani
  • Non trasmettere la fretta del cambio

Dal primo giorno di vita:

  • parlare al/alla bimbo/a
  • descrivere le azioni che si stanno facendo
  • massaggi
  • canzoncine
  • approfittare dei movimenti spontanei del/lla bimbo/a (infilare un calzino mentre alza il piedino)

Quando il/la bimbo/a diventa più grande:
Provare diverse tecniche finché si trova quella adatta a voi

  • provare a cambiare luogo dove avviene il cambio, portandosi dietro l’occorrente (tappetone,
    lettone, divano, etc. purché sia sicuro)
  • parlare
  • cantare
  • usare un oggetto che le/gli piace (peluche, macchinina, utensile da cucina, etc) da tenere solo
    per il cambio pannolino
  • rendere partecipe chiedendogli il permesso nel fare qualcosa, anche se ci sembra troppo
    piccolo/a reagisce al tono e alle azioni che facciamo
  • farsi aiutare durante il cambio dei vestiti, si inizia così anche a renderli più autonomi.

Questi sono piccoli consigli che potrebbero aiutare e ogni genitore e bambino/a trova il suo
metodo, l’importante è provare ogni volta e ricordarsi che serve tempo per far “cambiare” idea sul
cambio pannolino (da “antipatico” a “divertente”).

di Veronica Avegnano – Doula

Partner di MammeComeNoi (vai al suo profilo)

Accedi al tuo account qui sotto

Compila i campi qui sotto per iscriverti

Recupera la tua password

Inserisci il tuo nome utente o indirizzo email per reimpostare la password.

Hai bisogno di aiuto? Usa la nostra chat Whatsapp.

Contatta MammeComeNoi

Milena
Milena

Supporto sito web

Disponibile

Non disponibile